La verginità non è qualcosa che “si perde”. In questa breve storia dell’imene, e di come sia stato erroneamente eletto sigillo di verginità, Carla Fronteddu mette in luce un aspetto centrale dell’ignoranza: che questa a volte, più che un vuoto da colmare, è l’effetto di una produzione attiva. E la definizione di verginità come condizione biologica ne è un caso esemplare.

Il pensiero di William Kingdon Clifford, un filosofo considerato da molti “minore”, oggi è più attuale che mai. In particolare una delle sue prese di posizione più nette, quella secondo cui la credenza è centrale per la vita sociale. Anche la credenza più piccola e apparentemente insignificante, quella intima e mai confessata a nessuno.

“Storia della Santa Russia” è un fumetto scritto e illustrato da Gustave Doré nel 1854. Attraverso tre tavole inedite dell’opera, Boris Battaglia ci parla della letteratura per immagini e delle sue difficoltà di traduzione.

Alcune caratteristiche della comunicazione contemporanea hanno conseguenze sulla politica e la società. Conseguenze che riguardano le nostre idee e il come queste si formano, si diffondono e si sedimentano. Vittorio Ray intervista Antonio Scala che, col suo gruppo di ricerca, si occupa proprio di questi temi.

Lo scrittore Jim Baggott ripercorre le vicende principali che hanno portato la scienza, e la fisica, a riabbracciare filosofia e trascendenza. Quella di Albert Einstein, in particolare, è una storia che ha molto a che fare con l’idea di “Dio”, che, però, non è quello religioso.

30/11/2018

L’asino nell’arte

Scritto da Pubblicato in Arte, Articoli Commenti 0

Un inusuale percorso nella storia dell’arte a dorso d’asino, che dimostra come la storia di questo animale parli molto anche della nostra.

28/11/2018

Antropocene horror

Scritto da Pubblicato in Articoli Commenti 1

Perché questi sono anni importanti per l’horror? Simone Sauza unisce i punti di un trend narrativo, estetico e sociale: l’evoluzione dell’horror; che da post-horror continua a evolversi sotto le influenze del Weird e del realismo speculativo. Immagini: tavole di Kazuo Umezu e Kentaro Miura

Generata dal diavolo stesso e col dono di grandi poteri profetici, Madre Shipton era la risposta dello Yorkshire alla figura di Nostradamus. Lo scrittore Ed Simon esamina come, indipendentemente dal fatto che questa strega sia esistita o meno, la leggenda di Madre Shipton ha esercitato un grande potere per secoli – dalle congiure delle corti di Tudor, agli attriti della guerra civile, fino allo spettro dell’apocalisse vittoriana.

Julian Baggini, filosofo e scrittore, spiega qual è la logica che ci permette di continuare a leggere e apprezzare le opere delle menti brillanti del passato. Le stesse menti che, quasi sempre, credevano e dicevano cose sbagliate e oggi inaccettabili.

Neon Genesis Evangelion ha definito il primo approccio degli adolescenti italiani con gli anime quale elemento dinamico e perturbante; se nell’infanzia serie come Sailor Moon agivano mediate dalla cornice generalista, la messa in onda di Evangelion costituì per molti adolescenti un vero e proprio rito d’iniziazione notturno.

Load More