Inizia tutto con un giornaletto porno, come in questo racconto di Giovanni Bitetto.