arte digitale

Un viaggio all’interno delle nuove correnti artistiche digitali, da The Wrong New Digital Art Biennale ai recessi più nascosti di internet, accompagnati dal collettivo di “artivisti” clusterduck.

Internet è molto più di un mezzo di comunicazione: è un sistema che plasma quel che circola al suo interno. E anche l’arte ne è stata investita.

  L’arte è una categoria così ampia che per comprenderla dobbiamo basarci sul contesto in cui esiste. Ma come si fa a capire questo contesto in uno spazio come la rete, dove tempi e spazi sono inafferrabili? Dove sta, allora, l’arte?

Il titolo è una parafrasi di “A Neural Algorithm of Artistic Style”, un recente articolo di alcuni ricercatori dell’università di Tubinga, in Germania, che hanno sviluppato degli algoritmi in grado di rielaborare le immagini in base allo stile di famosi pittori del passato. Non si tratta dei mediocri risultati proposti da App come Artify o dei deboli filtri offerti dai programmi di grafica digitale (Photoshop incluso), ma di un sistema basato sulle reti

Leggi Articolo