Julian Baggini, filosofo e scrittore, spiega qual è la logica che ci permette di continuare a leggere e apprezzare le opere delle menti brillanti del passato. Le stesse menti che, quasi sempre, credevano e dicevano cose sbagliate e oggi inaccettabili.