francesco d’isa

Scoprire cosa cambia e cosa rimane identico nell’arco dei secoli è stupefacente e istruttivo, perché aiuta a distinguere le tendenze innate dalle mode passeggere. A tale proposito lo strano caso di Antonio di Giovanni Rinaldeschi, avvenuto nel 1501 a Firenze, è senza dubbio esemplare.

I robot «sono già qui», si scrive giustamente su PRISMO, e sebbene siano più stupidi di chi li ha creati, comunque “pensano” sempre meglio. Ma una volta che saranno diventati più intelligenti di noi, cosa penseranno?

30/12/2015

Gli appunti di Therese #6

Scritto da Pubblicato in Therese Commenti 1

Gli appunti che seguono sono tratti dal manoscritto di una donna di nome Therese, che si è chiusa in una camera d’albergo per decidere se esiste dio. Dopo aver abbandonato albergo e manoscritto Therese è sparita; pubblichiamo alcuni dei suoi testi, leggermente rimaneggiati, nella speranza di ritrovarla. > Qua sono disponibili le pagine pubblicate fino ad oggi.

16/12/2015

Gli appunti di Therese #5

Scritto da Pubblicato in Therese Commenti 0

Gli appunti che seguono sono tratti dal manoscritto di una donna di nome Therese, che si è chiusa in una camera d’albergo per decidere se esiste dio. Dopo aver abbandonato albergo e manoscritto Therese è sparita; pubblichiamo alcuni dei suoi testi, leggermente rimaneggiati, nella speranza di ritrovarla. > Qua sono disponibili le pagine pubblicate fino ad oggi.

La bramosia avvampa ed è lo Spirito della volontà, un tessuto che crea immagini spirituali nell’infinito del mistero. – Jakob Böhme

Questo brano è tratto da “Forse non tutti sanno che a Firenze…”, di Francesco D’Isa e Matteo Salimbeni. Si ringrazia Newton Compton per la gentile concessione.

Questo brano è tratto da “Forse non tutti sanno che a Firenze…”, di Francesco D’Isa e Matteo Salimbeni. Si ringrazia Newton Compton per la gentile concessione. L’abitudine porta con sé due inganni: l’illusione che sia tutto uguale e l’illusione che sia tutto diverso. Per chi vive in un’epoca in cui la bellezza femminile è rappresentata – dunque dettata – dall’immagine di celebri indossatrici di moda, può sembrare strano che anche

Leggi Articolo

Questo signore con un faccione da gatto e una croce ortodossa al collo è Pavel Aleksandrovič Florenskij, filosofo, logico-matematico, scienziato, storico dell’arte, filologo, inventore e presbitero russo, nato nel 1882 a Yevlax, una piccola cittadina dell’Azerbaigian, e morto nel 1937 a S. Pietroburgo quando ancora si chiamava Leningrado. In Russia all’inizio lo adorano, tanto da soprannominarlo il Leonardo da Vinci Russo, ma dopo la rivoluzione di ottobre Pavel instilla un dubbio

Leggi Articolo

22/10/2015

Gli appunti di Therese #4

Scritto da Pubblicato in Therese Commenti 0

Gli appunti che seguono sono tratti dal manoscritto di una donna di nome Therese, che si è chiusa in una camera d’albergo per decidere se esiste dio. Dopo aver abbandonato albergo e manoscritto Therese è sparita; pubblichiamo alcuni dei suoi testi, leggermente rimaneggiati, nella speranza di ritrovarla. > Qua sono disponibili le pagine pubblicate fino ad oggi.

09/09/2015

Gli appunti di Therese #3

Scritto da Pubblicato in Therese Commenti 1

Gli appunti che seguono sono tratti dal manoscritto di una donna di nome Therese, che si è chiusa in una camera d’albergo per decidere se esiste dio. Dopo aver abbandonato albergo e manoscritto Therese è sparita; pubblichiamo alcuni dei suoi testi, leggermente rimaneggiati, nella speranza di ritrovarla. > Qua sono disponibili le pagine pubblicate fino ad oggi.