libri

Una volta Elio Vittorini chiese a Eugenio Montale di tradurre F.S. Fitzgerald: era la prima volta che in Italia veniva tradotto un suo racconto, dopo l’esordio fallimentare con Il Grande Gatsby. Ma a leggere bene le parole con cui Vittorini lo accoglieva nell’antologia Americana, sembra che per la critica italiana quel fallimento non sia mai finito.

31/01/2018

Addio, stroncature

Scritto da Pubblicato in Articoli Commenti 3

Perché (quasi) nessuno stronca più i libri? Una panoramica sullo stato di salute della critica letteraria italiana, attraverso un dialogo con sei critici.

Antoine Volodine, una delle figure più interessanti della letteratura europea, risponde alle nostre domande sul “post-esotismo”, un’avanguardia fittizia di cui si dichiara uno degli esponenti nonostante ne sia l’unico inventore.

Agosto per L’Indiscreto sarà un mese in cui la redazione rallenta la scrittura per mettersi a leggere. Solo per questo mese, infatti, vi proporremo narrativa e racconti – per tornare a parlare di tutto il resto da settembre. Come prova di buona fede, qui sotto abbiamo unito le idee in questo articolo collettivo  con i consigli di letture per l’estate messi in fila, e spiegati, da alcuni amici e autori

Leggi Articolo

Una lettura di Red Riding Quartet, il ciclo di romanzi di David Peace.

Perdere la fede, riconoscere l’omosessualità, abbandonare gli dei ma non le loro storie; una serie di tracce autobiografiche attraverso i libri.

Se pensiamo a una biblioteca come a una città e a un libro come a una casa, ogni frase è una sua piccola parte. Alcune frasi sono per lo più funzionali – la parete portante, la malta tra le piastrelle del bagno – mentre altre sono i dettagli che ricordiamo e ci portiamo dietro.

Continuano le Recensioni brevissime di libri difficili. In questo episodio simboli, simboli, simboli: matematici, psicologici e logici.

Continuano le Recensioni brevissime di libri difficili. In questo episodio un po’ di postmoderno e un po’ di alchimia.

Continuano le Recensioni brevissime di libri difficili: In questo episodio si va dall'antica Grecia ai primi del novecento.