narrativa

Cose belle da leggere è una breve rassegna di articoli difficili, interessanti, strani o tutte e tre le cose usciti ultimamente. Selezionati da Francesco D’Isa.

Un libro gratis, selezionato tra i più strani a disposizione nella rete e introdotto da un brano illustrato. Oggi c’è I ciechi e le stelle, primo e unico libro di narrativa pubblicato da Giorgio Cicogna (1899-1932), pioniere della fantascienza e scienziato egli stesso, morto a soli 33 anni, il 3 agosto 1932, durante un esperimento per la costruzione di un motore a reazione per il volo oltre la stratosfera.

15/06/2016

Le nonnine

Scritto da Pubblicato in Racconti brevissimi Commenti 0

Non ho mai dormito bene, fin da bambino, da quando durante la grande febbre vidi per la prima volta le nonnine, coi denti digrignati e le mani per aria, venire verso il mio letto per strapparmi gli occhi e sbranarmi la pancia.

Salvatore sta seduto sul pavimento di granito, con una mano muove il sasso ovale color piombo mentre con l’altra fa scodinzolare la piccola Ferrari giocattolo, che accompagna con un rombo crescente che sale dalla gola. Il sasso ovale all’improvviso si impenna e sale fin sopra la testa di Salvatore, per poi precipitare di schianto in direzione dell’auto, lanciata, a giudicare dal rumore, a tutta velocità. L’impatto appare inevitabile ma un

Leggi Articolo

E quello è lo scrittore del paese. Perlomeno dicevano così i miei due nonni che lo indicavano sempre con aria serissima: “Guarda il povero Marinetti” e conoscevano la sua storia e lo avevano visto giovane e raccontavano che fino a un certo punto era uno normale, con qualche stramberia, le stramberie dei poeti, e che poi un giorno il cervello gli si era girato al contrario, così, su due piedi,

Leggi Articolo

04/04/2016

Vita provvisoria

Scritto da Pubblicato in Racconti brevissimi Commenti 0

Maria annaffia le piante secche e ha trovato un metodo per eliminare l’acqua stagnante che resta nei sottovasi di plastica; basta usare una spugna, glielo ha rivelato Tabita, la sua vicina di casa peruviana che veste con stoffe dall’aspetto prezioso per i colori e per la presenza di alcune pietre. Parla inserendo nei discorsi parole che forse inventa e la notte pratica la magia in terrazza, quando sono visibili alcune

Leggi Articolo

02/02/2016

Melograni

Scritto da Pubblicato in Racconti brevissimi Commenti 0

Quando in terrazza si accende la lampada cilindrica che si ricarica con l’energia solare capisco che è cominciata la sera e che presto con quel lume sprofonderò nella solitudine. Nel periodo in cui cercavo di sviluppare il pollice verde coltivando le camelie – si dice che Coco Chanel le prediligesse per la pressoché totale assenza di profumo – capii anche la ragione delle rughe attorno agli occhi di mio padre.

Leggi Articolo