racconti

“L’aerofobia assale in momenti di particolare stress lavorativo e sentimentale e ci sarebbe una stretta relazione simbolica tra corpo e casa: i corridoi una parte di intestino. Le tegole sconnesse, un cervello capace di azioni impensate e crudeli”. Un racconto di Gabriele Merlini.

Teseo non ha mai rivelato quel che ha trovato davvero nel labirinto. Un racconto di Gregorio Meier.

20/05/2018

Cometa

Scritto da Pubblicato in in libreria, Racconti brevissimi Commenti 0

Un estratto dal romanzo “Cometa”, di Gregorio Magini (Neo Edizioni): nello specifico, un brano che parla di un’opera d’arte molto particolare.

11/02/2018

Nelle grinfie del leone

Scritto da Pubblicato in in libreria Commenti 0

Un racconto di Hamlin Garland, che negli USA inaugurò il genere post-western e iniziò a raccontare l’America profonda. In collaborazione con D editore.

30/10/2017

Tabacco

Scritto da Pubblicato in in libreria Commenti 0

Anche il tabacco può fare da madeleine, e aprire le porte del ricordo: un racconto di Carlo Vanin tratto da “Stonati” (Neo edizioni).

17/03/2017

I difetti e la scrittura

Scritto da Pubblicato in Articoli Commenti 0

“Uno scrittore è una persona per cui scrivere è più difficile che per gli altri.”. Riflessioni a partire da i Difetti fondamentali di Luca Ricci.

Un libro gratis, selezionato tra i più strani a disposizione nella rete e introdotto da un brano illustrato. Oggi c’è I ciechi e le stelle, primo e unico libro di narrativa pubblicato da Giorgio Cicogna (1899-1932), pioniere della fantascienza e scienziato egli stesso, morto a soli 33 anni, il 3 agosto 1932, durante un esperimento per la costruzione di un motore a reazione per il volo oltre la stratosfera.

Salvatore sta seduto sul pavimento di granito, con una mano muove il sasso ovale color piombo mentre con l’altra fa scodinzolare la piccola Ferrari giocattolo, che accompagna con un rombo crescente che sale dalla gola. Il sasso ovale all’improvviso si impenna e sale fin sopra la testa di Salvatore, per poi precipitare di schianto in direzione dell’auto, lanciata, a giudicare dal rumore, a tutta velocità. L’impatto appare inevitabile ma un

Leggi Articolo

04/04/2016

Vita provvisoria

Scritto da Pubblicato in Racconti brevissimi Commenti 0

Maria annaffia le piante secche e ha trovato un metodo per eliminare l’acqua stagnante che resta nei sottovasi di plastica; basta usare una spugna, glielo ha rivelato Tabita, la sua vicina di casa peruviana che veste con stoffe dall’aspetto prezioso per i colori e per la presenza di alcune pietre. Parla inserendo nei discorsi parole che forse inventa e la notte pratica la magia in terrazza, quando sono visibili alcune

Leggi Articolo

02/02/2016

Melograni

Scritto da Pubblicato in Racconti brevissimi Commenti 0

Quando in terrazza si accende la lampada cilindrica che si ricarica con l’energia solare capisco che è cominciata la sera e che presto con quel lume sprofonderò nella solitudine. Nel periodo in cui cercavo di sviluppare il pollice verde coltivando le camelie – si dice che Coco Chanel le prediligesse per la pressoché totale assenza di profumo – capii anche la ragione delle rughe attorno agli occhi di mio padre.

Leggi Articolo