sociologia
20/11/2017

A favore di chi odia

Scritto da Pubblicato in Articoli Commenti 0

L’odio è dappertutto e vorremmo liberarcene, ma se invece ci sforzassimo di trovarne gli aspetti positivi?

Come i cambiamenti storici sono sempre stati accompagnati dal mutare di barbe e baffi.

Essere dei vegetariani flessibili potrebbe giocare a favore del vegetarianesimo stesso.

La Teoria della classe disagiata ha un problema: nata per denunciare il classismo dei declassati rischia di alimentare il disagio dei disagiati.

Viaggio nell’universo della Lucha Underground e del wrestling, sottocultura fatta di sofferenza, faide e identità di cui non ci si libera mai.

Oggetti e dipinti risalenti a migliaia di anni fa sono degli incredibili strumenti per memorizzare.

Da George Washington a Orazio fino a Tommaso d’Aquino: elogio della più rara delle virtù.

Ok, l’umanità è cattiva. E ora che si fa? Un’analisi del male anche attraverso la serie televisiva Bloodline.

Cosa hanno in comune la decadenza dell’Occidente e quella di Myspace?

Il rapporto tra pensiero e solitudine è inscindibile: pensare è l’unica premessa possibile per stare con gli altri.