Recensioni brevissime di libri difficili #24

Continuano le Recensioni brevissime di libri difficili. In questo episodio filosofia, neuroscienze, zen e design.


> Nelle puntate precedenti

31qQ+bAD7rL._SX258_BO1,204,203,200_Phi, di Giulio Tononi

Mescolando letteratura e immagini l’autore spiega una teoria complessa (la coscienza come informazione integrata) rendendola meno rigorosa ma più comprensibile, evocativa e visionaria.
Trama: La coscienza è informazione che parla di altra informazione.
Voto: ●●●○○

urlSulla pluralità dei mondi, di David Lewis

David dimostra che ci sono – davvero – notevoli vantaggi logici nel credere che esistono moltissimi mondi e non uno solo. Che poi questo cambi le cose resta da vedere.
Trama: Esistono tutti i mondi possibili.
Voto: ●●●○○

51gpLmygIPL._SX305_BO1,204,203,200_Design e comunicazione visiva, di Bruno Munari

Questo libro è sia un bellissimo oggetto di design che un perfetto manuale su come si creano bellissimi oggetti di design.
Trama: Come diventare un bravo designer.
Voto: ●●●●○

 

induismo-buddhismoInduismo e Buddismo, di Ananda Coomaraswamy

Una breve descrizione di due delle più influenti religioni al mondo. Una volta letto sembra quasi di averle capite, quindi in qualche modo funziona.
Trama: Induismo e buddismo.
Voto: ●●●●○

 

la-via-dello-zen-libro-66113La via dello Zen, di Alan Watts

Lo Zen non si può spiegare, ma l’autore lo spiega piuttosto bene.
Trama: Lo Zen.
Voto: ●●●●○


VOTI

●○○○○ La vita è troppo breve per leggerlo.
●●○○○ Da leggere se hai letto gli altri.
●●●○○ Leggilo.
●●●●○ Leggilo presto.
●●●●● Leggilo subito.

di Francesco D’Isa

0 comments on “Recensioni brevissime di libri difficili #24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *